Putin e il sorriso sprezzante: "Io un killer? Sono abituato agli attacchi" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
19
Mar, Ott

Putin e il sorriso sprezzante: "Io un killer? Sono abituato agli attacchi"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

I rapporti con gli Stati Uniti sono "al punto più basso degli ultimi anni", ma la Russia può lavorare con Joe Biden. Parola di Vladimir Putin, che in un'intervista alla Nbc a pochi giorni dal primo vertice con Biden in programma a Ginevra mercoledì prossimo ha parlato del presidente americano e del predecessore, Donald Trump, considerato dal leader russo come una persona "straordinaria" e "di talento". 

alternate text

 

"Può piacere o meno. Ma non veniva dall'establishment americano", ha affermato Putin, che ha descritto Biden come "radicalmente diverso da Trump". Il tycoon, un "individuo pittoresco". Il presidente americano, un politico di "carriera", che ha trascorso "praticamente tutta la sua vita da adulto in politica". "E' un tipo diverso di persona e spero davvero che, sì, ci sono vantaggi e svantaggi, ma non ci saranno decisioni mosse dall'impulsività da parte del presidente in carica", ha proseguito Putin, che a marzo è stato descritto come un "killer" da Biden. 

"Durante il mio mandato mi sono abituato ad attacchi da tutte le angolazioni e da tutte le aree con qualsiasi pretesto e ragione e di diverso calibro e ferocia", ha replicato Putin, sorridendo sprezzante davanti a Keir Simmons che nell'intervista ha ricordato di quando Biden disse di essere d'accordo con l'affermazione che il presidente russo è un "assassino". "Nulla mi sorprende", ha proseguito il leader russo, che ha detto di considerare l'etichetta 'killer' come "espressione della cultura americana", che negli Usa è "normale", ma "non qui". "Qui - ha incalzato - non è considerato normale". 

Putin ha poi definito un'"assurdità" le rivelazioni di ieri del Washington Post secondo cui la Russia starebbe per fornire all'Iran un sistema satellitare che permetterebbe a Teheran di individuare potenziali obiettivi militari in tutto il Medio Oriente e non solo. "Sono solo fake news - ha incalzato nell'intervista alla Nbc - Non so nulla di questo genere di cose. Chi ne parla probabilmente ne saprà più di me. Sono solo assurdità, spazzatura". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002