New York, Cuomo si dimette dopo accuse di molestie: "Mai superato il limite" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Mar, Set

New York, Cuomo si dimette dopo accuse di molestie: "Mai superato il limite"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Dopo aver cercato di resistere per diversi giorni, Andrew Cuomo si dimette travolto dalle accuse di molestie sessuali confermate dal rapporto della procuratrice di New York. In una dichiarazione, il governatore di New York ha continuato a difendersi, a dichiararsi estraneo alle accuse che arrivano da 11 donne, spiegando di farsi da parte per il

bene dei newyorkesi. "Il modo migliore con cui io posso aiutare è farmi da parte e lasciare che il governo torni a governare ed è quello che farò" ha detto spiegando che le dimissioni avranno effetto tra due settimane.  

Poi, alle figlie: "Vostro padre ha fatto degli errori, ed ha chiesto scusa". Nel discorso con cui ha annunciato le dimissioni ha spiegato che in questi mesi ha spesso guardato alle notizie sulle accuse di molestie sessuali "con gli occhi delle mie figlie". "Voglio che sappiano", ha aggiunto il democratico italoamericano, che "non ho mai intenzionalmente mancato di rispetto" a una donna. 

"Sono un newyorkese, nato e cresciuto, sono uno che lotta e il mio istinto è di combattere contro questa controversia perché credo veramente che sia politicamente motivata, credo che sia ingiusta, non vera" ha affermato Andrew Cuomo nel discorso in cui ha annunciato che invece farà "un passo indietro" proprio per il "suo amore per New York". "Vi amo - ha detto rivolgendosi ai newyorkesi - e non vorrei mai non esservi d'aiuto in qualche modo". Il democratico ha anche detto che le accuse di molestie sessuale raccolte nel rapporto della procuratrice di New York, che provengono da 11 donne diverse, "demonizzano un comportamento in un modo non sostenibile per la società". 

"Sono diventato un combattente, ma che combatte per voi - ha sottolineato ancora il governatore che durante la prima ondata, drammatica, di Covid a New York aveva avuto un ruolo centrale nella risposta alla pandemia, spesso antagonista a Donald Trump - La situazione attuale provocherebbe mesi di controversie legali e politiche". "E questo consumerebbe il governo, costerebbe milioni di dollari ai contribuenti", ha aggiunto riferendosi alla procedura di impeachment contro di lui già avviata.  

Di fronte alle accuse di molestie sessuali che ha continuato a definire ingiuste e non vere, Cuomo ha affermato di essere stato sempre "troppo affettuoso con le persone". Che il suo senso dell'umorismo può essere "pesante e privo di tatto". E ha riconosciuto che ha sempre abbracciato e baciato "in modo disinvolto" sia donne che uomini.  

"L'ho fatto per tutta la mia vita, è quello che sono da quando ho memoria di me stesso - ha aggiunto il governatore - nella mia mente non ho mai superato il limite con nessuno, ma non mi sono accorto che questo limite era stato ridisegnato". 

"Ci sono stati dei cambiamenti generazionali e culturali - ha continuato riferendosi al movimento del 'Me too' - e io non ho capito a pieno e avrei dovuto non ci sono scuse". Cuomo si è quindi scusato con le donne che "si sono sentite offese" dal suo comportamento.  

FONDATRICE 'ME TOO' - "La stupidaggine delle 'differenze generazionali', delle 'regole cambiate' è sbagliata: le regole non sono cambiate, era sbagliato 50 anni fa e oggi" ha replicato Tarana Burke, femminista newyorkese che è una delle fondatrici del movimento del 'Me too'. "La regola tieni le mani a posto è universale - ha proseguito su Twitter Burke - l'abbiamo imparata all'asilo, non c'è nulla di nuovo". L'unica differenza è che prima "vi erano meno possibilità di essere richiamato alle responsabilità". 

L'INCHIESTA - L'annuncio delle dimissioni di Cuomo arriva esattamente dopo una settimana dalla 'bomba' fatta esplodere dalla procuratrice generale di New York, Letitia James, con la pubblicazione del rapporto "dell'inchiesta indipendente che ha concluso che il governatore Andrew Cuomo ha molestato sessualmente diverse donne, e così facendo ha violato la legge federale e statale".  

"In particolare - aveva continuato la procuratrice in una conferenza stampa - l'inchiesta ha stabilito che il governatore Cuomo ha molestato sessualmente dipendenti ed ex dipendenti dello stato di New York con approcci non voluti e non consensuali e facendo molti commenti offensivi e allusivi di natura sessuale che hanno creato un ambiente lavorativo ostile per le donne".  

Il rapporto è il risultato dell'inchiesta affidata ai due avvocati, Anne Clark e Joon Kim, nominati da James lo scorso marzo quando, dopo l'esplosione delle accuse contro Cuomo, il governatore si era già categoricamente rifiutato di dimettersi, difendendosi da ogni accusa.  

LEGALE DI DUE ACCUSATRICI - "Le mie clienti sentono di aver ottenuto giustizia e sono sollevate all'idea che Cuomo non sarà più nella posizione di esercitare il suo potere su nessuno" ha commentato Mariann Wang, la legale che assiste Alyssa McGrath e Virginia Limmiatis, due delle 11 donne che hanno accusato di molestie il governatore.  

"I suoi sforzi, attraverso il suo avvocato, negli ultimi giorni, per attaccare le coraggiose donne che si sono fatte avanti, apparentemente non sono serviti a nulla. La signora McGrath e la signora Limmiatis sono grate del fatto che le loro voci ed esperienze siano state ascoltate e confermate dagli investigatori e si sentono solidali con tutte le donne che continuano a subire abusi da parte di uomini al potere. Almeno, oggi, uno di loro ha dovuto subire alcune conseguenze".  

BIDEN - "Rispetto la decisione del governatore e rispetto la decisione che ha preso" ha detto Joe Biden rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano un commento sulle dimissioni di Andrew Cuomo. E a chi gli chiedeva se questa vicenda avrà un impatto sul partito democratico ha risposto: "L'impatto è tutto su Andrew Cuomo e sulla decisione che ha preso che io rispetto". "Ha fatto un lavoro grandioso - ha poi aggiunto a chi gli chiedeva un giudizio sul lavoro fatto da Cuomo negli anni in cui è stato alla guida di New York - per questo è così triste".  

Di fronte a una domanda successiva di una giornalista che chiedeva se non fosse eccessivo dire che un governatore accusato di molestie sessuali ha fatto "un lavoro straordinario", Biden si è risentito ricordando che aveva risposto a una domanda che chiedeva un giudizio su Cuomo come governatore "non sul suo comportamento personale". Il presidente ha poi sottolineato l'importanza di credere alle dichiarazioni delle donne le cui accuse sono state ritenute credibili dal rapporto della procuratrice di New York. 

KATHY HOCHUL AL POSTO DI CUOMO - Sarà Kathy Hochul, la vice di Andrew Cuomo, a prendere il suo posto come governatore di New York. Nata a Buffalo 62 anni fa, sarà il primo governatore donna dello stato di New York. E' stata eletta per la prima volta come vice di Cuomo nel 2014 ed è stata riconfermata al suo fianco nel 2018. Le viene riconosciuto l'impegno che ha portato all'aumento del salario minimo a New York a 15 dollari e all'approvazione della legge sui congedi familiari retribuiti nello stato. Noto il suo impegno a favore delle donne, tra cui l'iniziativa "Enough is Enough" per combattere le aggressioni sessuali nei campus universitari. E' co-presidente della task force dello stato sull'abuso di eroina e oppiacei. 

Mentre era al Congresso, dove è stata eletta nel 2011 occupando una posizione considerata fino ad allora sicura per i Repubblicani, ha introdotto 'Clothe a Homeless Hero Act', un'iniziativa che ordinava agli aeroporti di consegnare i vestiti non reclamati ai checkpoint aeroportuali alle organizzazioni di veterani. Il suo disegno di legge è diventato legge nel 2013. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002