Green pass lavoro, in Austria obbligatorio dal primo novembre
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
24
Mar, Mag

Green pass lavoro, in Austria obbligatorio dal primo novembre

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Anche l'Austria fa ricorso a green pass obbligatorio sui luoghi di lavoro, mentre tornano a salire i contagi di covid-19. A partire dal primo novembre sarà necessario esibire il passaporto verde per lavorare a contatto con altre persone. Le autorità sanitarie faranno dei controlli a campione per verificare il rispetto delle nuove

regole. In caso di mancato possesso del green pass, il datore di lavoro dovrà pagare un'ammenda di 3600 euro e il dipendenti di 500, ha annunciato il ministro del Lavoro, Martin Kocher. 

Kocher ha auspicato che i datori di lavoro facciano rispettare le norme, aggiungendo che sarà possibile mettere in smart working chi non vuole esibire il green pass. Saranno esenti dall'obbligo i lavoratori che non entrano in contatto con altre persone, fra cui i camionisti.  

Al momento in Austria è pienamente vaccinato quasi il 62% dell'intera popolazione. L'incidenza su sette giorni del contagio di covid-19 è recentemente salita, raggiungendo 183 casi su 100mila abitanti, dopo essere rimasta sotto 150 per diverse settimane.  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002