Guerra Ucraina-Russia, fonti Usa: "Bloccata colonna Mosca verso Kiev"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
10
Mer, Ago

Guerra Ucraina-Russia, fonti Usa: "Bloccata colonna Mosca verso Kiev"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Continua ad essere "bloccata" la lunga colonna militare della Russia diretta verso Kiev nella guerra in Ucraina. Lo affermano fonti del Pentagono che sottolineano che la resistenza delle forze ucraine ha "contribuito" allo stallo dei russi, riporta la Cnn. "Valutiamo che il convoglio su cui tutti concentrano l'attenzione

è ancora bloccato - hanno spiegato le fonti - non abbiamo ragione di dubitare delle affermazioni ucraine sul fatto che hanno contribuito allo stallo con i loro attacchi".  

Oggi anche il ministero della Difesa britannica ha detto che il convoglio di decine di chilometri di mezzi militari è bloccato a circa 30 chilometri dalla capitale e ha fatto "progressi minimi" negli ultimi 3 giorni.  

Dopo otto giorni di attacco russo, la difesa "i sistemi di difesa e missilistici ucraini rimangono intatti ed operativi", riferiscono le fonti del Pentagono specificando che i russi non si sono assicurati il dominio del cielo che "rimane conteso". Le fonti della Difesa Usa spiegano che gli ucraini "continuano ad essere in grado di far alzare in volo i propri aerei e usare i sistemi di difesa aerea". 

La Russia finora ha lanciato "oltre 480 missili" dall'inizio dell'invasione. "Oltre 230" sono stati lanciati dall'interno dell'Ucraina. "Hanno dei sistemi di lancio mobili, che stanno spostando", precisano le fonti. 

Un altro gruppo, circa 160, di missili sono stati lanciati dalla Russia, mentre una settantina dalle forze dispiegate in Bielorussia, e meno di dieci dal Mar Nero. 

Fonti del Pentagono riferiscono inoltre che le forze russe hanno mostrato una "tendenza a colpire obiettivi civili di proposito". A sostegno di questa tesi, viene citato "il bombardamento della torre della tv e di altre aree residenziali". Nei giorni scorsi le fonti avevano detto che non si poteva stabilire se i raid contro obiettivi civili fossero intenzionali o no. 

Le fonti sottolineano che "negli ultimi giorni" i raid russi si "sono fatti geograficamente più vicini ai centri abitati, con i bombardamenti aumentati". "E' chiaro - concludono - che stanno cercando di indebolire le strutture del governo che si trovano in queste aree residenziali". 

 

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002