Il futuro di Milano tra continuità e discontinuità - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
20
Dom, Giu

Il futuro di Milano tra continuità e discontinuità

Immediapress
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Venerdì 14 maggio - Ore 15.00  

Milano, 10 maggio 2021 - Nuovo appuntamento con la rubrica Speakers’ Corner del Centro Studi Borgogna – venerdì 14 maggio, in diretta web alle ore 15.00 – dal titolo “Il futuro di Milano tra continuità e discontinuità”.

 

Avvierà i lavori e sarà presente per i saluti iniziali Fabrizio Ventimiglia, Avvocato Penalista e Presidente CSB. Parteciperanno, in qualità di Relatori: Federico Maurizio d'Andrea (Presidente Amsa S.p.A., Vice Presidente CSB), Francesco Sciaudone (Managing Partner Grimaldi Studio Legale), Mario Vanni (Capo di Gabinetto del Sindaco del Comune di Milano). Modera l’incontro Raffaella Di Rosa, Giornalista TG La7. 

Prima della pandemia Milano correva, in discesa, verso ogni forma di successo: eventi, investimenti, le Olimpiadi invernali del 2026 in arrivo. Poi il coronavirus ha stravolto i piani, costringendola a fermarsi. Milano, da epicentro dell’economia è diventata epicentro della pandemia. Le attività commerciali e le aziende hanno sofferto l’introduzione massiccia dello smart working, che ha sottratto a ristoranti e bar centinaia di migliaia di pendolari quotidiani.  

Allo stesso tempo, però, l’emergenza Covid-19 e la ripartenza dopo il lockdown possono accelerare la corsa verso la Milano del futuro. Potrebbe essere l’occasione giusta per un rilancio economico e culturale basato sulla sostenibilità ambientale e l’innovazione.  

La questione ambientale è al centro delle politiche di sviluppo della città. La qualità della vita nella città è infatti legata in maniera strettissima alla qualità dell’aria che si respira e al livello di inquinamento ambientale. Già da tempo sono state avviate iniziative per ridurre il numero delle auto inquinanti in circolazione: elettrificazione dei trasporti pubblici, piste ciclabili, percorsi e aree pedonali, potenziamento della rete metropolitana, incentivi all’uso delle biciclette, così come di scooter elettrici e monopattini.  

Come sarà il futuro? Efficientamento energetico, costruzioni a basso impatto, maggiore ricorso a sistemi di mobilità dolce, potenziamento delle reti digitali, smart working, raccolta differenziata, promozione di stili di vita più salutari sono tutti aspetti che concorrono a definire un nuovo modello urbano, più aperto e internazionale. 

Sarà possibile seguire la diretta sulla pagina Facebook e sul canale YouTube del Centro Studi Borgogna.  

 

A proposito di centro Studi Borgogna  

Nata nel 2017 da un’idea dell’Avv. Fabrizio Ventimiglia, il Centro Studi Borgogna è una Associazione di Promozione Culturale che opera come un laboratorio giuridico e di idee per promuovere la cultura del diritto, ispirandosi ai principi di etica, onestà e legalità, nell’ottica di contribuire al dibattito sulle principali questioni sensibili del nostro Paese. Le attività proposte dal Centro Studi Borgogna si prefiggono diversi obiettivi: promuovere il confronto tra mondi diversi arrivando a trasformare le riflessioni comuni in proposte praticabili; perseguire le finalità di promozione sociale e culturale; contribuire alla formazione dei professionisti nelle discipline giuridiche; promuovere l’amicizia, la cultura, la solidarietà e l’etica sul territorio milanese e nazionale. Al fine di perseguire tali obiettivi, l’Associazione Centro Studi Borgogna organizza conferenze, convegni e momenti formativi di varia natura; crea rapporti di collaborazione e sinergia con Università, Istituti di Ricerca e altri enti aventi finalità scientifiche; promuove la pubblicazione di documenti di approfondimento sui temi di diritto applicato; organizza eventi charity. 

 

Per informazioni alla stampa:  

Alessio Masi, Adnkronos Comunicazione  

Mob. 3425155458; E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.