Giornata mondiale dell’ambiente, e' il legno il materiale da costruzione per un futuro sostenibile - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Dom, Lug

Giornata mondiale dell’ambiente, e' il legno il materiale da costruzione per un futuro sostenibile

Immediapress
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Con un’impronta di carbonio molto bassa, un edificio in legno è un serbatoio di stoccaggio di CO2  

 

Milano, 4 giugno 2021 - Secondo uno studio condotto da alcuni ricercatori di Aalto University per stimare il potenziale di stoccaggio del carbonio dei nuovi edifici europei tra il 2020 e il 2040, se l'80% dei nuovi edifici residenziali in Europa fosse fatto in legno, gli edifici potrebbero arrivare a immagazzinare fino a 55 milioni di tonnellate di anidride carbonica l'anno. Con un’impronta di carbonio molto bassa, ogni prodotto in legno, come anche un edificio, è un serbatoio di stoccaggio di CO2: 1 m3 ne imprigiona circa 1 tonnellata. Un dato straordinario, se si pensa che un’auto di medie dimensioni rilascia circa 3,2 tonnellate di CO2 in un anno e che il riscaldamento a metano di un appartamento medio ne emette ben 2 tonnellate in un anno. 

 

“Siamo all’inizio di una nuova era: l’urgenza di presentare in forma estetica la nuova etica della transizione ecologica è simile a quella del movimento Bauhaus di cento anni fa, quando bisognava rendere visibile la velocità dell’industrializzazione” - sottolinea Deborah Zani, ceo di Rubner Haus - “Il tema era razionalizzare, snellire e prepararsi a cento anni di accelerato consumo. La pandemia ci ha fatto scoprire le virtù della lentezza e dell’efficacia in alternativa a velocità ed efficienza. E il legno è il simbolo di questa nuova sensibilità, come lo fu il cemento nel Bauhaus. Costruire case in legno vuol dire costruire in equilibrio con la natura. In Rubner Haus, utilizziamo l’albero in tutte le sue componenti e forme: legno, sughero e fibra di legno.” 

 

Abitare in una casa in legno permette di beneficiare di una migliore qualità dell’aria: le pareti in legno non emettono nell’ambiente domestico composti chimici dannosi per la salute ed essendo traspiranti, garantiscono la naturale regolazione dell’umidità e un elevato livello di comfort bioclimatico. Con gran beneficio in ambito energetico: le case in legno Rubner Haus consumano il 20% di energia in meno rispetto a una casa di nuova costruzione in materiale tradizionale, il che comporta non solo un minor esborso di spese di riscaldamento e condizionamento, ma anche in termini ambientali una riduzione del 20% delle emissioni di CO2 annuali (-0,4 tonnellate). 

 

Sostenibilità è la parola chiave anche all’interno di Boutique, lo spazio Rubner Haus che accompagna il visitatore nella scelta di materiali e finiture per la propria casa oltre che di soluzioni per l’arredo proposte da brand eccellenti accuratamente selezionati fra quelli più impegnati nell’adozione di pratiche e nello sviluppo di prodotti sostenibili. 

 

Società del Gruppo Rubner specializzata in case mono e bifamiliari con oltre 25mila case in legno realizzate, Rubner Haus fa parte di Bundesverband Deutscher Fertigbau (BDF), l’associazione tedesca che riunisce le aziende costruttrici di case in legno che hanno superato criteri di verifica e requisiti elevatissimi in ambito efficienza energetica, tutela ambientale e basi contrattuali. 

 

 

Email di contatto: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Fonte: https://www.rubner.com/it/haus/referenze/