Vaccini, Von der Leyen: "Ragioniamo ma deroga brevetti non risolverà problema" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Mer, Giu

Vaccini, Von der Leyen: "Ragioniamo ma deroga brevetti non risolverà problema"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Abbiamo bisogno di vaccini ora. La deroga sulla proprietà intellettuale non risolverà il problema. Quello che serve è una condivisione dei vaccini, l'export di dosi e investimenti per accrescere" la capacità produttiva. Così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nella conferenza stampa al termine del Social Summit di Porto, invitando a "essere aperti alla discussione", ma a uscirne con "una visione a 360 gradi". 

alternate text

 

"L'Unione europea è l'unica regione democratica al mondo che sta esportando vaccini anti Covid su vasta scala" e "invitiamo tutti quelli che si impegnano nel dibattito ad affiancarci nelle esportazioni". Dall'Ue, ha rimarcato, "duecento milioni di dosi ad oggi sono state esportate e duecento milioni di dosi sono state date ai cittadini europei".  

"Invitiamo tutti quanti si impegnano nel dibattito della deroga temporanea dei brevetti di unirsi a noi - ha aggiunto - ad impegnarsi ad esportare una larga parte di quanto producono".