Raggi: "Non sono no vax, per ora mi dicono di non fare vaccino" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
18
Sab, Set

Raggi: "Non sono no vax, per ora mi dicono di non fare vaccino"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

“Io mi tampono continuamente. Dico subito: i miei avversari mi stanno bollando come no vax. Io non sono no vax, mi attengo alla legge, mi attengo ai consigli medici. Ho ancora gli anticorpi molto alti, al momento mi hanno suggerito di rimanere così. Continuo a fare i tamponi, porto la mascherina. Al momento mi dicono che” il

vaccino “non è da fare”. Lo dice la sindaca di Roma, Virginia Raggi, parlando del vaccino anti covid.  

“In questo momento, il medico che mi segue ha detto di no”, aggiunge la sindaca, ospite di 'In Onda' su La7. "Le persone sono molto disorientate", dice facendo riferimento alle posizioni “diverse” espresse da medici ed esperti sul covid. “Ognuno deve sentire il proprio medico”, ripete Raggi.  

“Io mi sento di dire: ciascuno si rivolga al medico e faccia ciò che dice il medico. Se trasportiamo il tema della vaccinazione sul piano politico, ad un certo punto diventa un tema divisivo in cui ciascuno dice ciò che conviene di più. Il tema della vaccinazione deve essere un tema medico gestito dai medici, non deve diventare un tema elettorale. Se diventa tema elettorale, vuol dire che non ci sono altri temi di cui parlare”.