Stefani: "Io vaccinata, ma non significa che ci debba essere obbligo" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
22
Mer, Set

Stefani: "Io vaccinata, ma non significa che ci debba essere obbligo"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"I vaccini? Io sono vaccinata, ma questo non significa che ci debba essere una costrizione alla vaccinazione". Erika Stefani, ministra leghista per la disabilità, intervistata dall'AdnKronos, getta acqua sul fuoco, dopo che il suo partito ha votato a favore degli emendamenti contrari al Green pass, presentati alla Camera da Fdi, partito

all'opposizione del governo Draghi. "Quanto accaduto in Parlamento sul green pass - assicura - non è una sorpresa, le posizioni erano chiare e comunicate anche alla vigilia del voto".  

"Siamo convintamente nel governo con la massima stima per il premier, a cui continuiamo a garantire la nostra lealtà. Le istanze che la Lega porta avanti sono volte a tutelare salute e lavoro, priorità assolute, con particolare riguardo alle persone con fragilità", conclude Stefani.