Jerry Calà "dimesso a pieni voti" dalla clinica dopo l'infarto
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
12
Mer, Giu

Jerry Calà "dimesso a pieni voti" dalla clinica dopo l'infarto

Spettacoli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Finalmente oggi sono stato dimesso a pieni voti dalla Clinica Mediterranea a Napoli dove veramente hanno fatto un lavoro stupendo". A dirlo al telefono nel corso de 'La Vita in Diretta', la trasmissione condotta da Alberto Matano su Rai1, è Jerry Calà, l’attore che nella notte tra venerdì e sabato ha avuto un infarto che ha reso necessario un intervento chirurgico.

alternate text

 

Lo showman elogia il lavoro dell’équipe che si è presa cura di lui: "Io non ho mai visto tanta solerzia e tanta velocità che ha causato proprio il minimo danno possibile che io potessi avere perché tu sai che in questi casi - ha spiegato a Matano - più tardi avviene l’intervento con l’applicazione degli stent e più c'è pericolo che ci siano danni alle coronarie. I danni sono stati molto contenuti grazie a questa equipe fantastica napoletana che mi ha salvato la vita".

Calà racconta di non aver perso l’ironia nemmeno in clinica, oltre al suo tormentone: "A parte che erano tutti i miei fan in quella sala operatoria, quindi mi chiedevano 'Ti offendi se ti chiediamo libidine?' e loro si ammazzavano dal ridere, senza nulla togliere alla precisione con cui mi hanno salvato la vita. E' stata una serata che certamente non dimenticherò mai più per tutta la vita. Così come non dimenticherò mai Napoli, dove ho scelto di ambientare il film 'Chi ha rapito Jerry Calà?' - aggiunge- Città che anche Mara ama molto, poi ne parleremo più avanti, verrò a trovarti. Ora devo fare un po’ di vita da pensionato vero".

Infine, i ringraziamenti dell’attore a Matano: "Grazie per essermi sempre stato vicino con la tua trasmissione e con il tuo affetto".

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.