Domenica Con, Vincenzo Salemme 'direttore per un giorno' - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
02
Gio, Dic

Domenica Con, Vincenzo Salemme 'direttore per un giorno'

Spettacoli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Vincenzo Salemme arriva in tv dove sarà ‘direttore per un giorno’ a Rai Storia, oggi domenica 17 ottobre dalle 14 alle 24. La Tv di cui si sente “figlio” e che accomuna personaggi del teatro, della musica e del cinema entrati nel suo immaginario e nella sua stessa storia, da Totò a Eduardo, da Gilberto Govi a Monica Vitti.

alternate text

 

Volti e storie del piccolo schermo che Salemme - attualmente è al cinema con il suo ultimo film ‘Con tutto il cuore’ - propone nel suo palinsesto per 'Domenica Con', lo spazio curato da Giovanni Paolo Fontana ed Enrico Salvatori.

Si comincia alle 14 con il ricordo degli inizi della Tv con un montaggio dei notiziari del 1954 e del 1957. Alle 14.15 Salemme ripercorre con alcuni spezzoni di “Studio Uno” il debutto Tv di due personaggi della musica, Rita Pavone, e Gianni Morandi. Salemme si sofferma, inoltre, sull’importanza che hanno avuto molti attori e uomini di cultura, nel tenere vivo il dialetto e le tradizioni locali. In Tv ammirava, e ammira ancora, un attore ligure, Gilberto Govi, che ricorda con un frammento di una sua commedia e con la presenza al Musichiere di Mario Riva.

Nella memoria televisiva di Salemme ci sono anche alcuni capisaldi calcistici come la “sfortunata” Italia-Corea del 1966, Italia-Germania del 1970 e i Mondiali del 1982, ma non mancano i grandi sceneggiati televisivi come “Belfagor” e “La famiglia Benvenuti”. E un evento che fu seguito in Tv da milioni di persone in tutto il mondo, l’allunaggio dell’Apollo 11.

Salemme si sofferma poi sul suo primo vero incontro con il teatro e con Eduardo De Filippo, del quale ripropone la commedia in un atto unico “Il Cilindro”. Alle 17.45 il primo film del giorno è “Siamo uomini o caporali”. Protagonista è Napoli, con i suoi vicoli, i suoi segreti, le sue tradizioni, raccontata da due monumenti della recitazione come Paolo Stoppa e Totò.

Uno spazio speciale è riservato a un personaggio che tutti immaginano napoletano, ma è pugliese, Renzo Arbore, ricordato attraverso alcune trasmissioni storiche come “L’altra domenica”, “Indietro Tutta” e “Quelli della notte” in onda alle 19.15.

Ma la televisione è anche spensieratezza. Un esempio per tutti, le comiche. Salemme apprezza in particolare quelle di Stanlio e Ollio che ripropone alle 20.10 Ma ama soprattutto il cinema tanto da vedere ogni giorno un film. E per la prima serata, la sua scelta va a “Qualcosa è cambiato” con Jack Nicholson.

L’emozione di un incontro, quello con Monica Vitti - alla quale è dedicato un omaggio alle 23.40 - chiude “Domenica con” di Vincenzo Salemme.

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002