Ballando con le stelle, Codacons: "Su Mietta gogna mediatica gravissima" - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
28
Dom, Nov

Ballando con le stelle, Codacons: "Su Mietta gogna mediatica gravissima"

Spettacoli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Selvaggia Lucarelli, nelle sue storie di Instagram, mette in dubbio la buona fede di Mietta senza avere alcuna prova a sostegno delle sue tesi, una polemica che di fatto ha scatenato una vergognosa gogna mediatica ai danni della cantante anche perché, nelle storie in questione, si lascia intendere che le spiegazioni dell’artista rese pubbliche nel corso di ‘Domenica In’ non siano veritiere.

alternate text

 

Lo riteniamo gravissimo, e ci auguriamo che Mietta si tuteli nelle sedi opportune". Così il Codacons all’Adnkronos, commentando il video di Selvaggia Lucarelli in cui la giornalista torna sulla polemica di ieri sera a ‘Ballando con le Stelle’, nel corso del quale è stato annunciato che la concorrente Mietta è positiva al Covid.

"In balia della sua crociata contro i No-vax, la Lucarelli, le cui battaglie abbiamo spesso condiviso e appoggiato, confonde i non vaccinati con gli estremisti contro il vaccino - prosegue l’associazione - mettendo tutti sullo stesso livello. Ma così facendo commette una scorrettezza morale enorme, perché fa passare il messaggio che chiunque non si vaccini sia un untore che mette a rischio la salute pubblica". Senza considerare "che ci sono persone come Mietta che non possono vaccinarsi per motivi di salute, e che in ogni caso per accedere ad ogni fase della trasmissione di Rai1 i concorrenti sono sottoposti a controlli rigidissimi da parte della Rai proprio allo scopo di garantire la sicurezza di tutti i partecipanti e dello staff. Controlli che hanno permesso di accertare immediatamente la positività dell'artista", conclude il Codacons.

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002