Bologna Napoli 3-2, rossoblu chiudono al top
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
19
Mer, Giu
Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

Bologna Napoli 3-2, rossoblu chiudono al top

Bologna Napoli 3-2, rossoblu chiudono al top

Calcio
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Gran finale per Mihajlovic: doppietta Santander,festa a Dall'Ara

Bologna Napoli 3-2, rossoblu chiudono al top
Bologna Napoli 3-2, rossoblu chiudono al top

 

Napoli già aritmeticamente secondo, Bologna salvo, ma a caccia dei tre punti che potrebbero consegnargli il decimo posto e incassi più lauti alla voce diritti tv per la prossima stagione. Così, tra le due contendenti, vince chi ha una motivazione in più, ovvero i padroni di casa, che sembrano indirizzare la gara nei minuti finali del primo tempo con i gol di Santander e dell'ex Dzemaili e la chiudono poi con il colpo di testa di Santander a tre minuti dal termine. E Sinisa Mihajlovic, autore del gran finale di stagione, fa festa. Il Napoli ha più qualità anche se incerottato (senza gli squalificati Koulibaly e Allan e privo di Diawara, Ounas Mario Rui, Chiriches e Ospina,) e la gara la riprende nel secondo tempo, con gli innesti di Callejon e Mertens e le reti di Ghoulam e del folletto belga: il colpo del ko, però, resta in canna a Zielinski, che sbatte sul palo. Ancelotti, in avvio, rinuncia pure a Callejon, Mertens e Meret. Troppo per un Bologna che da tre mesi viaggia a ritmo d'Europa e va a caccia della settima vittoria consecutiva e del record di punti in campionato della gestione Saputo.

Gli azzurri partono meglio e sfiorano il gol con l'ex Verdi e Insigne nel primo quarto d'ora, mettendo paura ai rossoblù. Ma il Bologna cresce alla distanza. Prima si affaccia dalle parti di Karnezis con l'affondo di Dijks e il cross su cui Santander e Orsolini arrivano in ritardo, poi sfiorano il vantaggio su azione di corner con i colpi di testa di Santander e Lyanco, nel quarto d'ora successivo, infine Orsolini va a un centimetro dal palo, sempre di testa. Il gol è nell'aria.

Il Bologna non si ferma, si dimostra più brillante sotto il profilo atletico, alza il pressing e trova l'uno due sul finale di primo tempo con due ripartenze letali: al minuto 43 Palacio centra il cross dalla destra, su cui Santander piazza uno stacco imperioso, dimenticato dai centrali partenopei e due minuti la punta paraguaiana recupera palla e verticalizza per Dzemaili, che dopo una discesa di 20 metri palla al piede scarica il sinistro dal limite che vale il suo primo gol in campionato e il 2-0. Il Napoli non ci sta e si rimette in partita nella ripresa con Ghoulam, che in profondità sorprende Orsolini e Mbaye, poi Ancelotti indovina la mossa che svolta la gara: dentro Callejon e Mertens per Verdi e Insigne. Al minuto 32', lo spagnolo inventa, Younes rifinisce e Mertens segna da due passi il 2-2. Zielinski va a un passo dal 3-2, poi la mossa vincente la azzecca Mihajlovic, che inserisce Svanberg e Destro. Svanberg a tre minuti dal termine, trova il tiro cross che Santander trasforma nel gol vittoria e ora il Bologna attende i risultati di Sassuolo e Spal per sapere se sarà decimo posto. Ma al Dall'Ara è festa comunque. (ANSA)

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-003

Seguici anche su Facebook