Moggi: "Almeno un anno per ricostruire la Juventus" - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
09
Gio, Dic

Moggi: "Almeno un anno per ricostruire la Juventus"

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il 4-0 che la Juventus ha subito ieri contro il Chelsea in Champions League è "qualcosa che può capitare, soprattutto in questa fase: i bianconeri hanno perso con una squadra superiore mentre sono in fase di ricostruzione, e Allegri cerca di mettere assieme i cocci per un campionato dignitoso che la stessa società ha dichiarato essere di transizione, diamole il tempo di ricostruirsi.

alternate text

 

Quanto tempo? Almeno un anno". Luciano Moggi, ex direttore generale della Juve, all'Adnkronos si esprime così dopo la sconfitta subita dalla squadra allenata da Massimiliano Allegri a Londra.

"Dopo nove campionati vinti non è che ci sia molto da dire su una sconfitta, anche se di questa portata: d'altronde la Juventus fa notizia solo quando perde, qualcosa vorrà dire. Il centrocampo da rivedere, l'età elevata per qualcuno, e penso a Chiellini, e molto giovane per altri, contribuiscono a far capire che il tentativo è quello di ricostruire per iniziare un nuovo ciclo, e non è neanche detto che bisogna mettere mano al portafoglio perché ci sono anche giocatori da vendere. Bisogna solo far parlare il tempo. Per il momento non possiamo che prendere atto di questa sconfitta".