Piero Angela, 'Il futuro è un'opportunità'; il fondatore del Cicap interverrà al Festival 2022
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
27
Lun, Giu

Piero Angela, 'Il futuro è un'opportunità'; il fondatore del Cicap interverrà al Festival 2022

Tecnologia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

E' dedicato a 'La scienza del mondo che verrà' il Cicap Fest targato 2022, in programma a Padova dal 3 al 5 giugno prossimi. Il Festival della Scienza e della Curiosità, appena presentato nel capoluogo veneto, si svolge in collaborazione con l'Università, il Comune e la Provincia di Padova, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Piero Angela è il fondatore del Cicap.
Piero Angela è il fondatore del Cicap.

 

Accanto agli oltre 120 incontri, ospitati nelle prestigiose location del festival, sono previste anche diverse attività e laboratori rivolti alle famiglie e ai ragazzi, con workshop di approfondimento per insegnanti, appassionati e prestigiatori, visite guidate nei luoghi scientifici della città, incontri nelle piazze e nei cortili, interviste volanti in strada su un divano a rotelle, dimostrazioni di illusionismo, intrattenimento comico e molto altro.

Quest'anno inoltre la manifestazione esce da Padova e arriva anche a Rovigo: in occasione della mostra dedicata a Giovanni Miani, a Palazzo Roncale, due incontri organizzati con il sostegno di Fondazione Cariparo. Massimo Polidoro, direttore della manifestazione, accompagnerà i visitatori alla scoperta del passato, dei luoghi e delle costruzioni misteriose del nostro pianeta, che generano interrogativi e sono uno stimolo alla ricerca e alla conoscenza. Il passato, di cui parlerà invece il genetista Guido Barbujani, è dentro di noi: le tracce di forme umane diverse, migrazioni preistoriche a partire dall’Africa, da dove i nostri antenati si sono diffusi su tutto il pianeta. (segue)

"Pensando al futuro, non posso non ricordare che il nuovo secolo, che stiamo vivendo, è dei giovani" osserva il fondatore del Cicap Piero Angela, giornalista e grande divulgatore. Come suo attuale presidente onorario interverrà in uno degli appuntamenti più attesi del festival. "Nel 2050, un anno che sembra così lontano -prosegue poi- loro saranno dei giovani 40/50enni. Nel 2090, che sembra lontanissimo, avranno meno dell’età che ho io oggi. Sarà un secolo pieno di cambiamenti e sinceramente mi dispiace di non poter vedere tutto quello che succederà: grandi problemi, certo, ma anche grandi innovazioni e tante opportunità".

Tra gli ospiti di risonanza internazionale del Festival ci sono: Sir Michael Marmot, direttore dell'Ucl Institute of Health Equity di Londra; Simonetta Di Pippo, astrofisica, già direttrice del Volo umano dell’Agenzia spaziale europea e direttrice dell'Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio extra-atmosferico di Vienna; Michael Mann, climatologo e geofisico, direttore dell'Earth System Science Center presso la Pennsylvania State University; Edith Widder, oceanografa e biologa marina, Ceo e Senior Scientist presso l'Ocean Research & Conservation Association; Mitchell Valdes-Sosa, direttore dell’Istituto di Scienze de L’Avana, a Cuba; Susan Schneider, biopsicologa all’Università del Pacifico, in California Peter Godfrey-Smith, filosofo della scienza dell’Università di Sydney, in Australia; Sheila Jasanoff, docente di Etica delle tecnologie alla Harvard Kennedy School; Lee McIntyre, filosofo e ricercatore al Center for Philosophy and History of Science at Boston University e docente ad Harvard: Julia Galef, fondatrice del Center for Applied Rationality e molti altri.

Inoltre, in uno speciale "speaker’s corner", previsto davanti allo storico Caffè Pedrocchi, ricercatori e studiosi risponderanno in 15 minuti alle 'grandi domande' poste dal pubblico sui social media del Cicap relativamente alla scienza del futuro: genetica, medicina, spazio, tecnologia, sociologia e neuroscienze, in una serie di appuntamenti moderati dal divulgatore Marco Martinelli.

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.