Politica - il Centro Tirreno - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Dom, Lug

Politica

Le notizie dal mondo politico: aggiornamenti, sondaggi, analisi e approfondimenti

"Vinta la guerra ora bisogna vincere la pace". Un deputato riassume così il clima interno al Movimento 5 Stelle, 48 ore dopo l'annuncio dell'accordo tra Beppe Grillo e Giuseppe Conte sul nuovo statuto e sulla rifondazione M5S. Ora è il momento di ragionare sui prossimi step che porteranno all'incoronazione dell'ex premier alla

Continua l'avanzata di Fratelli d'Italia che nell'ultima settimana guadagna lo 0,3% e diventa il primo partito italiano al 20,8%. E' quanto emerge dalla rilevazione settimanale Radar Swg sulle intenzioni di voto degli italiani al 12 luglio 2021. Il partito di Giorgia Meloni supera la Lega che si attesta al 20,2%, perdendo in sette giorni lo 0,4%.  

Sul ddl Zan "la Lega è forza coerente: difendere vittime di abusi e violenze è sacrosanto, ma lasciamo fuori l'educazione dei bambini da questa battaglia politica". Così il leader della Lega Matteo Salvini, parlando del ddl nel corso di un punto stampa a Maratea. 

Sul ddl Zan "al Senato oggi farò un appello al buonsenso, abbiamo la possibilità di dare una legge che dia maggiore tutela alle persone omosessuali e transessuali, siamo a un passo dal portare a casa il risultato. Ci sono due avversari: da un lato la destra che fa ostruzionismo e dall'altro una parte della sinistra che vive di ideologismo.

Sul ddl Zan "la posizione di chi vuole mettere bandierine non produce il risultato, se facciamo un passo in avanti e portiamo un testo nella direzione dello Scalfarotto, altrimenti si va al voto segreto che è una incognita".

Fratelli d'Italia in testa in caso di elezioni. Il sondaggio di Swg per il tg di La7 mostra un Paese che alle urne sceglierebbe il partito di Giorgia Meloni, che porterebbe a casa il 20,8% dei voti, seguito dalla Lega Nord con 20,2%. In leggera crescita rispetto alle stime di una settimana fa anche il partito Democratico che si attesterebbe al 18,9%, mentre con il duello Grillo-Conte il Movimento Cinque Stelle perde qualche punto e si ferma al 14,4%. Forza Italia sarebbe al 6,8%.  

"Sono pienamente soddisfatto dell'accordo" sullo statuto M5S "raggiunto con Beppe Grillo, con il quale in questi giorni ho avuto modo di confrontarmi direttamente più volte. Ringrazio anche i 7 componenti del comitato che hanno portato avanti questa mediazione: il loro generoso contributo è stato importante anche perché ha comportato una verifica e quindi un apprezzamento della solidità del progetto politico e dell'architettura organizzativa predisposti nei mesi scorsi attraverso un lavoro intenso e appassionato".

"Grazie Beppe e Giuseppe, questa intesa è frutto della vostra volontà di tenere unito il Movimento. Grazie anche agli altri 6 componenti del direttivo per l'efficace lavoro svolto. Finalmente il Movimento può ripartire con una leadership forte.