Economia - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
28
Ven, Gen

Economia

Le ultime notizie di economia in tempo reale, dall'Italia e dall'estero

 

Gianfranco Vissani contro le nuove restrizioni imposte dal decreto Pasqua 2021. "Con la zona arancione il cibo lo andiamo a dare ai cinghiali", scandisce lo chef parlando con la La Verità e esortando tutti i suoi colleghi a unirsi. "Loro non dovrebbero pensare solo agli statali. Gli impiegati statali hanno 14 stipendi. Hanno pure qualche incentivo. E ogni mese i soldi arrivano. A noi imprenditori no. Viviamo in un mondo surreale" afferma lo chef.  

 

La Volkswagen vuole tagliare 4mila posti di lavoro in Germania. La casa automobilistica tedesca sta pensando di offrire un pensionamento anticipato o parziale ai dipendenti più anziani con una mossa che potrebbe costare diverse centinaia di milioni di euro.

 

Slitta la precompilata 2021. L’Agenzia delle Entrate la metterà a disposizione dei cittadini il 10 maggio 2021 anziché il 30 aprile. Il ministero dell'Economia comunica, inoltre, che verranno differiti al 31 marzo 2021 i termini di trasmissione telematica della Certificazione unica all’Agenzia delle Entrate e di consegna della stessa agli interessati.

 

In era Covid, tra bonus economici, cassa integrazione, assunzioni/investimenti nella sanità, sospensione e taglio delle tasse, ristori, sussidi, contributi a fondo perduto, eccetera, l’anno scorso ogni cittadino italiano ha ipoteticamente ricevuto 1.979 euro dallo Stato per fronteggiare gli effetti negativi provocati dalla pandemia, contro una media dei paesi dell’Area Euro che si stima in 2.518 euro pro capite (+539 euro rispetto alla media Italia).

 

Il venture capital in Italia continua a crescere a ritmi sostenuti nonostante le difficoltà macroeconomiche connesse alla pandemia da COVID-19, anche grazie al contributo di nuovi importanti protagonisti tra gli investitori e ad un evidente cambio culturale dei grandi gruppi societari italiani, che hanno allargato la loro attenzione e il loro sostegno alle realtà innovative italiane. 

 

"I continui rinvii della fine delle tariffe di luce e gas regolate confondono l'utente finale e fanno perdere fiducia nel mercato. La stessa indagine commissionata da Facile.it a mUp Research e Norstat ci dice che ben 7 milioni di italiani non sanno se bolletta in mercato libero o tutela". Lo dice all'Adnkronos/Labitalia Massimo Bello, presidente Aiget, Associazione italiana di grossisti di energia e trader. 

 

In questa fase critica legata al coronavirus  la Banca centrale europea decide di tenere fermi al minimo storico i tassi e non apporta nessuna modifica agli interventi di politica monetaria e alle aste di liquidità. E' in vista una accelerazione per gli acquisti anti-crisi.

 

Con il 23% circa di over 65 e 3,6% circa di over 80, l’Italia registra un’elevata incidenza della popolazione anziana. Come nel resto del mondo, l’invecchiamento della popolazione, e il conseguente aumento delle cronicità, rappresenta una sfida rilevante anche per il nostro ssn. Il nostro Paese evidenzia ancora un forte ritardo sulla diffusione dell’assistenza domiciliare, con il 4% di pazienti anziani rispetto alla media Ocse pari al 6%. Inoltre, l’Italia mostra un numero di infermieri inferiore ai Paesi Ocse, con 5,8 per 1.000 abitanti rispetto alla media europea di 8,8 (Fonte: Pnrr). 

 

Governo al lavoro sul dl Sostegno, atteso la settimana prossima. Il decreto è in stesura al Mef dove procedono le riunioni e le simulazioni per trovare la quadra, ma ci sono ancora nodi da sciogliere. Sul tutto peserebbe la voce dei partiti dell'ampia maggioranza del governo Draghi, al varo del suo primo decreto economico: alcune forze chiedono infatti un confronto in sede di pre-Consiglio o prima. 

 

ViiV Healthcare, azienda globale specializzata nell'Hiv a maggioranza GlaxoSmithKline, in partecipazione con Pfizer Inc. e Shionogi Limited, ha reso noti oggi i dati positivi a lungo termine emersi dal suo studio globale di fase IIIb Atlas-2M sul primo regime completo a lunga durata d'azione per il trattamento dell'Hiv, composto da cabotegravir e rilpivirina.